Agriturismo Masseria Avellaneta
phone 0881 556006
phone 327 0216161

IL NATUROPATA CHI E' ?


  • guastella communication

  • CHI È IL NATUROPATA?
    Il Naturopata è un professionista la cui formazione prevede corsi di studi quadriennali e successivo tirocinio. Il suo percorso consiste nell’apprendimento delle innumerevoli discipline e tecniche che si rifanno al mondo del Naturale e del Biologico secondo una visione rigorosamente olistica che si occupa di migliorare naturalmente la qualità della vita e del benessere psicofisico in tutti i cicli della vita, specialmente durante gli eventi stressanti dovuti ai ritmi che la vita attuale ci impone. Il Naturopata si avvale di tecniche e terapie che si ispirano ad una concezione della vita in cui la Natura propone soluzioni nel pieno rispetto dell’individuo e dell’ambiente in cui viviamo.
     
    QUANTO PUÒ ESSERE UTILE CONTATTARE UN NATUROPATA?
    Il Naturopata può intervenire in diverse situazioni: come supporto allo psicologo nei casi di disagio legato a disturbi come ansia e depressione per migliorare la qualità della vita con rimedi naturali o come supporto al medico con l’ausilio di tecniche finalizzate a recuperare lo stato di benessere con metodiche dolci e naturali o con tecniche, diete e rimedi disintossicanti dopo cure farmacologiche, antibiotiche o chemioterapiche.
    Con la Naturopatia previeni e guarisci con la natura ed il suo potere curativo.
     
    NATUROPATIA: COS’È? E A COSA SERVE?

    Il nome deriva, probabilmente, da natura-pathos: empatia con la natura, empatia sia del corpo che della mente con la Natura che ci circonda. Tramite la Naturopatia si avrà una visione della salute che si potrà definire Olistica, cioè della mente del corpo e dell’anima insieme.
    – Il “Potere di guarigione della natura” (vis medicatrix naturae).
    – La Naturopatia asseconda totalmente la capacità spontanea di guarigione rimovendo, poco per volta, le eventuali barriere che ne impediscono il processo.
    – Identificazione e trattamento delle cause: La Naturopatia elimina le cause che impediscono la guarigione piuttosto di trattare più semplicemente i sintomi.
    – Non aggressione: I Naturopati utilizzano, per ripristinare lo stato di salute, metodi e rimedi che non provocano il rischio di effetti collaterali.
    – Cura globale dell’individuo: La Naturopatia considera tutti i campi che comprendono l’uomo: spirituale, emozionale, fisico, mentale, genetico, sociale ed ambientale.
    – Ascoltare e rispettare il corpo: Ci si dimentica spesso che lo stato di benessere dell’organismo è avvicinarsi, il più possibile, allo stato di “salute” ed è quindi normale e naturale che l’organismo cerchi di ripristinare questa condizione rimovendo, totalmente o parzialmente, le cause che glielo impediscono. Il corpo “parla” attraverso sintomi che possono rappresentare un reale campanello d’allarme,magari relativo allo stress che la vita ci impone ogni giorno.
    Il Naturopata tiene conto di tutto ciò e cerca di ripristinare lo stato di salute e di benessere attraverso metodi il meno tossici ed invasivi possibili e cerca di educare l’individuo alla prevenzione ed all’eventuale modifica dello stile di vita che ha causato lo squilibrio dell’organismo.
     
    ALCUNI AMBITI TERAPEUTICI:
    Nutrizione:
    Il cibo è la “Medicina” più naturale e semplice che assumiamo tutti i giorni. Attenzione però che, come tutte le medicine, lo stesso cibo che può nuocere all’uno potrebbe far bene ad un altro e viceversa: non esiste, infatti, una dieta alimentare ideale per tutti. Un programma alimentare andrà consigliato tenendo presente la costituzione della persona perché solo così si otterranno risultati amplificati e duraturi. Una dieta biologica mirata permette non solo di risolvere problemi di peso, cellulite, ritenzione idrica ma anche e soprattutto di acquisire un migliore stato di salute risolvendo problemi digestivi, circolatori, allergie, asma, dermatosi e altro. Una corretta alimentazione serve da fondamento alla Naturopatia e consente di mantenere l’organismo in uno stato di salute. Per questo il Naturopata si avvale anche dell’impiego di alcuni integratori alimentari.
    Oligoterapia:
    La si definisce “medicina di terreno” e non del sintomo e potrebbe risolvere cause molto profonde, anche psicosomatiche; favorisce inoltre il rinforzo delle difese naturali dell’organismo.
    Fitoterapia:
    Le “erbe”della nonna sono rimedi efficacissimi da millenni, ripristinano l’equilibrio, in presenza di uno stato disarmonico, utilizzando le loro proprietà officinali; se si osservano le funzioni che presiedono al metabolismo delle piante, si vede che la circolazione della linfa si può ricondurre, per analogia, alla circolazione del sangue umano, con affinità tra i meccanismi fisiologici della pianta e dell’uomo.
    Floriterapia:
    I famosi fiori di Bach (ma si usano anche quelli californiani, australiani del Bush, di Vian e quelli composti) sono dei rimedi preparati, con alcuni fiori spontanei, secondo un metodo particolare ideato dal medico inglese Edward Bach negli anni trenta. I fiori agiscono sul nostro sistema psicofisico con dolcezza, sollecitando un cambiamento, mai imponendolo.
    totale di controindicazioni.
    Autoconsapevolezza:
    Ciò che noi pensiamo, sentiamo o ci raffiguriamo mentalmente ha un enorme effetto sul nostro modo di vivere. Il primo gradino da superare è assumersi la responsabilità del proprio atteggiamento mentale e, successivamente, intraprendere le azioni necessarie per apportare i necessari cambiamenti affinché ci si possa sentire veramente in armonia con noi stessi, con il prossimo e con il Creato. Un Professionista, specializzato in Naturopatia, vi potrà fornire utili informazioni e consigli pratici su come modificare positivamente il vostro stile di vita e su come intervenire “naturalmente” nei vostri disturbi comuni affrontando le varie patologie con un approccio dolce, naturale e soprattutto senza controindicazioni.
    Medicina dell’habitat:
    Si occupa della promozione dell’equilibrio energetico e del mantenimento dello stesso nonché della salute dell’ambiente in cui viviamo al riparo da stress geobiologici e da elettrosmog, causato dalle fonti elettromagnetiche.
    Per questo, la Medicina dell’Habitat, ispirata alle antiche conoscenze del Feng Shui ed a più recenti studi e ricerche, propone soluzioni ottimali affinché la nostra casa possa essere un ambiente sano ed in armonia con coloro che la abitano. Di particolare rilievo sarà la scelta dei materiali sia di costruzione che di arredo, la scelta delle forme e dei colori, nonché piccoli accorgimenti quotidiani che contribuiscono anche al rispetto ed al risparmio delle energie (risorse) della terra.
    TECNICHE NATUROPATICHE:
    Esistono tecniche che si ispirano ad una concezione della vita in cui la Natura è il fulcro. Tali tecniche prendono origine dalle grandi tradizioni d’Oriente ed Occidente e si ispirano alla visione olistica, considerando inscindibili la mente, il corpo fisico e lo spirito. Questi approcci sono oggi riconosciuti da tutti come sicuri coadiuvanti della salute e del benessere e particolarmente utili per la prevenzione.
     
    Tratto da: Medicine complementari
     
    Il naturopata di Avellaneta: Alfredino Giuseppe Romano
    Nasce a Nocera inf. Il 20/01/1990, fin da piccolo ha una spiccata propensione per aiutare gli altri in qualunque modo si possa rendere utile. Dopo gli studi di ragioneria sceglie di iscriversi al corso di naturopatia, dell’accademia internazionale “LA CRISALIDE”, sita in Battipaglia. Essenzialmente perché dopo aver accompagnato un amico nella scuola, osserva una professoressa imporre le mani su un cliente. Totalmente scettico, chiede cosa sta facendo prof ?
    La prof un po’ stupita per la domanda, racconta della tecnica usata, la pranoterapia.
    La pranoterapia è una forma di imposizione delle mani e di trasmissione di energia che ha origini antichissime; non mancano infatti, nella storia, le testimonianze scritte che riportano l’opera di guaritori che, attraverso le proprie mani, erano in grado di curare le persone grazie a poteri ritenuti sovrannaturali.
    Il termine pranoterapia deriva dalla parola prana, che in sanscrito significa “energia vitale”. Nella filosofia Veda, il prana è l’espressione della forza vitale e dell’energia che sostiene la vita, sostanzialmente paragonabile all’espressione del Qi tipica del taoismo. Questa energia vitale è uno dei concetti centrali dello Yoga e dell’Ayurveda, e si ritiene che in ogni persona il prana scorra all’interno di un sistema di sottili canali detti nadi. Il termine nadi significa, letteralmente, “fiume”, “condotto”, e rappresenta l’analogo dei meridiani energetici descritti nella medicina tradizionale cinese. I nadi si connettono fra loro in particolari punti ad alta energia, detti chakra. Quando in una persona si verifica uno squilibrio energetico, dovuto ad esempio al blocco del flusso di energia o alla sua stagnazione, si manifestano segni di disagio e malessere fisico che possono sfociare in vere e proprie malattie.
    La pratica della pranoterapia si basa sulla capacità di alcune persone di percepire il “campo energetico” generato dal paziente, altresì noto come “aura”, e di ristabilirne l’equilibrio in caso di malattia. Queste persone “speciali”, definite spesso come pranoterapeuti, sono dotati di una energia vitale superiore rispetto a quella delle persone comuni, e si ritiene siano in grado di portare giovamento e curare il paziente cedendogli parte della propria energia. I terapeuti non utilizzano alcuno strumento o farmaco, ma agiscono solo con l’imposizione delle proprie mani sul corpo del paziente.
    I pranoterapeuti sostengono di riuscire a manipolare il campo energetico vitale del paziente attraverso movimenti che, visti da fuori, assomigliano ad una sorta di “massaggio” dell’aria che viene praticato a pochi centimetri dalla superficie del corpo dell’assistito. Grazie a queste manipolazioni è possibile ripristinare il campo energetico, riallineandolo, ristabilendone l’equilibrio, rimuovendo i blocchi che impedivano il corretto fluire dell’energia e trasferendo direttamente le proprie energie al paziente. Con questa azione specifica indirizzata verso il campo energetico il pranoterapeuta non “guarisce” il paziente, ma piuttosto promuove i suoi meccanismi naturali di autoguarigione.
     
    Al che della spiegazione, arriva alla decisione che se dopo una prova specifica, ebbe avuto anche Lui tale facoltà, avrebbe dedicato la sua vita all’aiuto degli altri.
    La prova è stabilita così:
    compra una fetta di fegato dal tuo macellaio di fiducia, tienila fuori dal frigorifero per una settimana, a riparo da fonti di calore e umidità.
    Ogni giorno per venti minuti imponi le mani su di essa sia da un lato che dall’altro, descrivendo ad ogni giorno alla stessa ora cosa succede all’ultima.
    Diciamo che per capire effettivamente se fossi pranico questa fetta di fegato alla fine della settimana doveva essere totalmente imbalsamata con i Sali in superficie. Ebbene la fetta di fegato mi stupì, la possibilità di esser pranico c’è anche grazie a due prove fatte successivamente:
    ripetere l’esperimento con due fette una da ritrattare esattamente come prima e un'altra invece da non trattare ma tenere semplicemente fuori dal frigo in assenza di fonti di calore e umidità.
    L’esperimento mi evidenziò la capacità pranica e la fetta non trattata ormai andata a male.
    Correva l’anno 2009, ho cominciato a studiare e finire il corso in naturopatia poi nel 2012, successivamente ho studiato per i master in massaggio olistico terapeutico, reiki I e II livello, riflessologia plantare e alimentazione naturale, accompagnamento alla digiuno terapia con igiene naturale.
    Ogni giorno dedico almeno un ora ad aggiornarmi e mantenermi attivo per le persone che scelgono di venirmi a trovare.
    Ad oggi ho scelto di trasferirmi all’ agriturismo AVELLANETA per esercitare l’attività di naturopata e accompagnare le persone in un percorso di DETOX ALIMENTARE o  DIUGNO TERAPIA.
     
     
    Fb: Naturopatia Millenium Massage   
    Info: 3489730000
     
     
     
     
     

CONTATTACI

Agriturismo Masseria Avellaneta

Località San Cristoforo - San Marco la Catola - Foggia - IT


icon 2 +39 0881 556006

icon 2 +39 327 0216161

icon 2 info@agriturismoavellaneta.it

icon 3 Agriturismo Masseria Avellaneta

P.IVA: 00421300716




icon


Consenso Privacy
Ho letto l'informativa e ne do consenso

Ai sensi dell'articolo 13 del Decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196 (codice privacy) ti informiamo circa: I dati da te conferiti (email) sono finalizzati all'accesso all'area riservata del nostro sito per usufruire dei seguenti servizi:
1) Iscrizione alla newsletter
I tuoi dati sono memorizzati in formato elettronico nel database del sito sul server ospitante, non sono resi noti a terzi se non in forza di leggi dello stato e sono protetti con adeguate misure di sicurezza dai rischi di perdita, distruzione, accessi non autorizzati.
Il conferimento dei dati è facoltativo, l'eventuale rifiuto o irregolare conferimento comporta l'impossibilità di registrarsi al sito.
Il titolare del trattamento ti informa che hanno accesso ai dati i responsabili e gli incaricati, se nominati nonché eventuali tecnici e/o consulenti preposti alla gestione del sito web, i tuoi dati non saranno diffusi a terzi.
1. L'interessato ha diritto di ottenere la conferma dell'esistenza o meno di dati personali che lo riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile.
2. L'interessato ha diritto di ottenere l'indicazione:
a) dell'origine dei dati personali;
b) delle finalità e modalità del trattamento;
c) della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l'ausilio di strumenti elettronici;
d) degli estremi identificativi del titolare, dei responsabili e del rappresentante designato ai sensi dell'articolo 5, comma 2;
e) dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di rappresentante designato nel territorio dello Stato, di responsabili o incaricati.
3. L'interessato ha diritto di ottenere:
a) l'aggiornamento, la rettificazione ovvero, quando vi ha interesse, l'integrazione dei dati;
b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati;
c) l'attestazione che le operazioni di cui alle lettere a) e b) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si rivela impossibile o comporta un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato.
4. L'interessato ha diritto di opporsi, in tutto o in parte:
a) per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano, ancorché pertinenti allo scopo della raccolta;
b) al trattamento di dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale.